Gratin o Tortino di patate e prosciutto

Gratin o Tortino di patate e prosciutto

La Pentola di Coccio è una tipica pentola salentina in terracotta (PIROFILA) adatta per una cottura lenta di legumi, patate, carne e pesce studiata per la cottura sul fornello (gas o elettrico). Inoltre, dopo la cottura, mantiene la temperatura calda per lungo tempo.

“Gratin o Tortino di patate e prosciutto” : La Cucina del Salento

LA RICETTA DEL GIORNO
“Gratin di patate e prosciutto”

Ingredienti :

patate: 1 kg
mascarpone: 250 gr
prosciutto cotto: 150 gr
latte: qb
parmigiano: 50 gr
noce moscata: qb
burro: 40 gr
rosmarino: qb
sale: qb
pepe: qb

Come Procedere con il Gratin di patate e prosciutto :
– Prendete le patate, pelatele e poi lavatele bene, tagliatele a fettine sottili e tenetele da parte. Tritate il prosciutto e anche gli aghi di rosmarino, metteteli in una ciotola e aggiungete il mascarpone e man mano unite il latte che occorre per avere un composto cremoso.

– Imburrate una pirofila e fate uno strato con le patate, poi mettete un po’ di salsa al mascarpone e alternate questi strati infrapponendo anche un po’ di parmigiano. Completate con le patate e spolverizzate con il parmigiano, sale, pepe e qualche fiocchetto di burro.

– Cuocete il tortino in forno caldo a 180°C per 45 minuti, se occorre potete completare la cottura con qualche minuto di grill.

———————

La cucina salentina non è solo facile, veloce ma anche buona…. provatela!

la LEGUMIERA di ZeroSalento Ideale in Cucina, pratica ed elegante nel tuo Ristorante, Hotel, B&B

pure di fave con cicorie di campagna

Purè di fave con le cicorie di campagna cucinata in Pentola di Coccio

La Pentola di Coccio è una tipica pentola salentina in terracotta (PIROFILA) adatta per una cottura lenta di legumi, patate, carne e pesce studiata per la cottura sul fornello (gas o elettrico). Inoltre, dopo la cottura, mantiene la temperatura calda per lungo tempo.

“Pure di Fave e Cicorie” : La Cucina del Salento

LA RICETTA DEL GIORNO
“purè di fave con le cicorie di campagna”

Ingredienti :
Fave secche | Cicorie | Olio extravergine di oliva | Sale

Come Procedere con il Pure di Fave : Mettete a bagno le fave la sera prima, nel caso in cui dobbiate cucinare il purè per il pranzo del giorno dopo. La mattina seguente, pulite le fave nell’acqua e mettetele in una pentola alta insieme ad acqua per la cottura. Non ho volutamente detto la quantità di fave da utilizzare, fate voi. L’importante è che le fave vengano ricoperte tutte di acqua e ne rimanga ancora un po’. Cuocete a fuoco lento. Non appena l’acqua comincerà a bollire, noterete che si formerà una patina di schiuma, toglietela e salate. Cuocete per 2 ore, anche per 2 ore e mezza. Non girate mai le fave in questa fase, se nel caso vi rendete conto che l’acqua è poca, aggiungetene un po’. Lasciate cuocere a fuoco lento e controllate di tanto in tanto.
Come Procedere con le Cicorie di Campagna :
A parte, lavate e lessate la verdura. Questa tipologia di verdura è ideale perché la sua leggera amarezza compensa la leggera dolcezza della fava in purè.

———————
Quando le fave in pentola sono diventate dense, un purè appunto, giratele con un mestolo di legno e aggiungete l’olio extravergine di oliva. Il purè è pronto, ma se volete “raffinarlo” un pochino, frullatelo con un frullatore a immersione. La tradizione vuole che il preparato si presenti in due piatti separati: uno per il purè di fave, l’altro per la verdura.

La cucina salentina non è solo facile, veloce ma anche buona…. provatela!

la LEGUMIERA di ZeroSalento Ideale in Cucina, pratica ed elegante nel tuo Ristorante, Hotel, B&B

PASTA e CECI una ricetta veloce e gustosa con La Legumiera in Coccio

PASTA e CECI una ricetta veloce e gustosa con La Legumiera in Coccio

La Pentola di Coccio è una tipica pentola salentina in terracotta (PIROFILA) adatta per una cottura lenta di legumi, patate, carne e pesce studiata per la cottura sul fornello (gas o elettrico). Inoltre, dopo la cottura, mantiene la temperatura calda per lungo tempo.

“Pasta e Ceci” : La Cucina del Salento

LA RICETTA DEL GIORNO
“pasta e ceci una ricetta veloce e semplificata”

Ingredienti per 2 persone :
250 g di ceci già cotti (peso sgocciolato)
1 cipolla bionda di piccole dimensioni
1 l di Brodo vegetale
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
2 spicchi di aglio
Sale fino, Timo, Origano, 4 foglie di salvia
120 g di pasta
Prezzemolo, Pepe nero macinato al momento.

Come Procedere : tenete i legumi a bagno in acqua fredda per qualche ora o per tutta la notte; scolateli, sciacquateli e metteteli nella pentola di terracotta insieme all’acqua fredda (l’acqua deve superare il livello dei legumi di 2-3 cm); fate salire lentamente la temperatura e lasciate bollire a fuoco lento;

Passare la metà dei ceci al passaverdure. Se si fa fatica perchè sono un po’ troppo pastosi unire qualche cucchiaio di acqua di cottura oppure di brodo vegetale.

Pelare la cipolla e tritarla molto finemente.
Scaldare il brodo.

Mettere in una pentola da minestra l’olio, l’aglio spellato e la cipolla tritata. Portarla sul fuoco e farla dorare dolcemente per 4-5 minuti, aggiungendo un pizzico di sale ed un paio di cucchiai di brodo vegetale appena comincia a sfrigolare.
Aggiungere un mestolo di brodo, mescolare, unire i ceci interi, un pizzico di timo e origano, le foglie di salvia ben lavate e spezzettate e lasciare insaporire qualche minuto a fiamma vivace.
Stemperare i ceci passati con mezzo mestolo di brodo e versare il composto nella pentola. Girare e lasciare insaporire qualche minuto.
Versare quasi tutto il brodo e portare a ebollizione. Regolare di sale.
Buttare la pasta e cuocere mescolando spesso con un cucchiaio di legno, secondo il tempo di cottura del formato scelto. Aggiungere qualche mestolo di brodo se la minestra tende ad asciugarsi troppo. Tenerla piuttosto liquida perché a fine cottura tenderà ad addensarsi.
Nel frattempo lavare il prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle con la mezzaluna su un tagliere.
Spegnere il fuoco, regolare di sale e profumare con una macinata di pepe ed il prezzemolo tritato.
Lasciare intiepidire 5 minuti con il coperchio e servire con un filo d’olio a crudo.

La cucina salentina non è solo facile, veloce ma anche buona…. provatela!

la LEGUMIERA di ZeroSalento Ideale in Cucina, pratica ed elegante nel tuo Ristorante, Hotel, B&B

cucina del salento Cuocipatate

Pentola di coccio e le patate si cuociono senza acqua | il CUOCIPATATE

La Pentola di Coccio è una tipica pentola salentina in terracotta (PIROFILA) adatta per una cottura lenta di legumi, patate, carne e pesce studiata per la cottura sul fornello (gas o elettrico). Inoltre, dopo la cottura, mantiene la temperatura calda per lungo tempo.

“Patate al fuoco” : La Cucina del Salento

LA RICETTA DEL GIORNO
“patate al fuoco” salentine

Ingredienti : 4-5 patate, olio, sale, pepe.

Come Procedere : Si mette sul fuoco uno spargi fiamma Si lavano semplicemente bene le patate perchè vanno messe in questa pentola con la buccia e poi si mettono a cuocere senza niente, né sale né acqua, né olio. Mettere la pentola sul fuoco e lasciarla andare per 40 minuti 60 minuti. Completata la cottura si mettono nei piatti e si condiscono con olio, sale, pepe.
Servire in tavola.

La cucina salentina non è solo facile, veloce ma anche buona…. provatela!

il Cuocipatate con Manico di ZeroSalento Ideale in Cucina, pratico ed elegante nel tuo Ristorante, Hotel, B&B

cucina del salento terracotta pirofile

Pezzetti di Cavallo alla PIGNATA : La Cucina del Salento

La pignata è una tipica pentola salentina in terracotta adatta per una cottura lenta di legumi, carne e pesce studiata per la cottura sul fornello (gas o elettrico): Ceci, Fagioli, Fave, Lenticchie o la classica “carne alla pignata” o vi ricordo il famoso “purpu alla pignata” salentino ed altri alimenti che necessitano di vapore acqueo durante la cottura. Inoltre, dopo la cottura, mantiene la temperatura calda per lungo tempo.

Pezzetti di Cavallo alla PIGNATA : La Cucina del Salento

LA RICETTA DEL GIORNO
“pezzetti di cavallo alla pignata” salentina

Ingredienti : 300 gr di polpa di cavallo a pezzetti, mezza cipolla, 4-5 grani di pepe nero intero, 2-3 pomodori pelati e 2-3 cucchiaiate del relativo sugo, mezzo bicchiere d’acqua, olio, sale, peperoncino.

Come Procedere : Si mette sul fuoco uno spargi fiamma e si adagia sopra la pignata con un po’ d’olio, si fa soffriggere la cipolla, si aggiungono i pezzetti di carne che si fanno leggermente rosolare da tutti i lati. Usate una pinza o un cucchiaio di legno per girare i pezzetti in questa fase e mai una forchetta, altrimenti usciranno i succhi della carne e resterebbe dura in cottura. Dopo aver fatto rosolare la carne aggiungiamo i pelati con il loro succo, i grani di pepe nero,  se lo gradite del peperoncino, il sale e il mezzo bicchiere d’acqua. Si copre  la pignata con il coperchio, lasciamo cuocere a fuoco lento per mezz’ora senza mai aprirla.  Siamo a metà cottura, apriamo la pignata giriamo la carne e continuiamo la cottura a fuoco lento per altri 30 minuti. Quindi dopo circa un’ora la carne è cotta,il sughetto si è ristretto, lasciamo intiepidire e serviamo in tavola.
La cucina salentina non è solo facile, veloce ma anche buona…. provatela!

La PIGNATA di ZeroSalento Ideale in Cucina, pratica ed elegante nel tuo Ristorante, Hotel, B&B